Insegnare Educazione alla cittadinanza globale all’università

Attraverso un approccio esperienziale, promuovere l’Educazione alla cittadinanza globale per costruire società più pacifiche, tolleranti, inclusive e sostenibili.

In corso Educazione

Data di avvio

1 Maggio 2024

Durata

2 mesi

Realizzato da:

WE WORLD O.N.L.U.S.

Obiettivi

Contribuire a promuovere società sostenibili ed inclusive basate sul rispetto dei diritti umani e dell’uguaglianza di genere.

Diffondere una cultura della pace e della non violenza attraverso una partecipazione attiva della cittadinanza, che si riconosce in un destino comune dei popoli e della natura.

Potenziare le capacità di apprendimento sui temi dell’Educazione alla Cittadinanza Globale di studenti universitari attraverso la partecipazione esperienziale diretta a tirocini e visite studio.

L’educazione alla cittadinanza globale (ECG) è un approccio educativo che mira a formare individui di ogni età che possano assumere un ruolo attivo, sia localmente che globalmente, per costruire società più pacifiche, tolleranti, inclusive e sostenibili; esso mira a generare un senso di appartenenza a una comunità più ampia e a un’umanità comune, in un’ottica di interdipendenza politica, economica, sociale e culturale e di interconnessione tra il locale, il nazionale e il globale.

Il presente progetto intende promuovere l’approccio dell’educazione alla cittadinanza globale fra gli studenti universitari, in particolare intende sostenere gli studenti del corso di laurea magistrale in Competenze di Cittadinanza globale dell’Università di Bologna nelle attività di visite di studio e lavoro sul campo sia in Italia sia all’estero. 

 Gli studenti avranno l’opportunità di essere coinvolti:

  • in una visita di studio in Tunisia in collaborazione con UNESCO Maghreb e Università di Carthage per approfondire i temi legati alla migrazione e alla sostenibilità globali;
  • in un tirocinio breve presso WeWorld, ONG del territorio impegnata in progetti di ECG sui temi della parità di genere, della giustizia climatica, di modelli di consumo e sviluppo sostenibili in particolare in agricoltura.