Comunicato stampa, 6 aprile 2022

Il Consiglio Nazionale dell’Istituto Buddista Italiano Soka Gakkai ha approvato la proposta della Commissione 8xmille di stanziare un milione di euro per le Emergenze Umanitarie in corso. Di questi, 600.000 euro verranno destinati all’emergenza Ucraina, mentre 200.000 euro alla emergenza Siria e altri 200.000 alla emergenza Yemen.

La Commissione preposta è al lavoro per identificare i primi destinatari dell’intervento in Ucraina nel quadro delle attività di prima accoglienza, sostegno psicologico, beni di prima necessità, supporto ai bambini in età scolare e corridoi umanitari.

L’intervento in Siria ha l’obiettivo di dare un contributo a quei 14.6 milioni di siriani su una popolazione di 17 milioni che ha bisogno di assistenza umanitaria. In Siria quasi il 90% della popolazione vive al di sotto della soglia di povertà, mentre oltre un terzo vive in condizioni di estrema povertà e affronta una lotta quotidiana e incessante per sopravvivere. L’aumento vertiginoso dei costi alimentari ha spinto milioni di siriani verso l’insicurezza alimentare, incerti su come garantire ai loro figli il pasto successivo.

Dopo 7 anni di Guerra in Yemen siamo di fronte a una delle peggiori crisi umanitarie di sempre: oltre 2 milioni di bambini sotto i 5 anni soffrono di malnutrizione acuta, 20.7 milioni di rifugiati sono in fuga dalle violenze. L’Istituto ha deciso di destinare il suo intervento per contribuire ad alleviare le sofferenze di coloro che ogni giorno subiscono le peggiori conseguenze di questa guerra che non sembra aver fine.

Le aree di intervento su cui l’Istituto Buddista Italiano Soka Gakkai orienta lo sviluppo e il finanziamento di progetti con i fondi 8×1000 del 2021 — in coerenza con quanto rappresentato nella Proposta di Pace inviata dal Presidente della Soka Gakkai Internazionale Daisaku Ikeda alle Nazioni Unite — sono diritti umani, ambiente, educazione, cultura e ricerca.

Viene mantenuta una forte attenzione alle conseguenze dell’emergenza Coronavirus, in particolare disoccupazione, violenza domestica, esclusione scolastica e formativa. Al contempo, e con uno sguardo attento all’Agenda 2030 per lo Sviluppo Sostenibile, si considerano obiettivi primari a livello globale quelli della tutela ambientale e di un’educazione inclusiva incentrata sui temi dei diritti umani, della formazione e del disarmo.

Sia in Italia che all’estero sono valorizzate azioni con una prospettiva di sostenibilità, capaci di promuovere reti di collaborazione e partenariati basati sul dialogo, sostenendo l’empowerment degli individui e stimolandone la convivenza creativa nelle rispettive comunità locali.

In corso

Doti: diritti e opportunità per tutte e tutti

A favore di bambini e bambine a rischio di esclusione scolastica. Realizzato da Save The Children Italia.

In corso

Programma di sviluppo sostenibile in Haiti

Sostenere le organizzazioni contadine haitiane, particolarmente colpite dal terremoto.

In corso

Fotovoltaico sostenibile in Burundi

Sostenere le comunità locali garantendo il loro diritto di accesso all’energia e all’acqua potabile.

In corso

Spazi Comuni per l’Ucraina

Promuovere l'inclusione dei rifugiati ucraini ora, in Italia. Implementazione del progetto Spazi Comuni realizzato con UNHCR.

In corso

Spazi Comuni

Insieme a UNHCR, sviluppare e promuovere l'integrazione dei rifugiati in Italia.

In corso

Corridoi umanitari dall’Afghanistan

Con Arci Nazionale, fornire rifugio e accoglienza a persone in fuga dal regime afghano.

In corso

Energia solare in Mozambico

Con Fondazione AVSI, favorire lo sviluppo economico delle popolazioni rurali in Africa attraverso l’accesso all’energia rinnovabile.

In corso

Habitat

Costruire un luogo innovativo ed inclusivo attraverso il recupero di terreni abbandonati, favorendo la crescita della comunità locale.

In corso

Da discarica a bosco urbano

Bonificare e restituire ai cittadini il parco regionale di Aguzzano, trasformandolo in un luogo bello, fruibile e in armonia con la natura.

In corso

REgeneration

Con le giovani donne in prima linea, fornire opportunità formative ed educative per lo sviluppo sostenibile e l’uguaglianza di genere.

In corso

In & Aut. Al lavoro per l’inclusione

Aumentare la resilienza dei giovani NEET con vulnerabilità fisiche e mentali. Per non lasciare indietro nessuno.

In corso

Ancora natura per il Col di Lana

Ricostruire la foresta distrutta dalla tempesta Vaia, emblema in Italia dei danni del riscaldamento globale.

In corso

Protezione dell’infanzia in Siria

Con Terre des Hommes, proteggere l’infanzia nella crisi siriana e aumentare la capacità di resilienza della comunità.

In corso

Protezione dei rifugiati in Polonia

Rafforzare i servizi di protezione e di assistenza dei rifugiati provenienti dall’Ucraina. Con Terre des Hommes Italia.

In corso

Spazi sicuri in Siria

Con Un Ponte Per, fornire servizi salvavita e di empowement per donne e bambini in Siria. A sostegno della popolazione più colpita dal conflitto.

In corso

Supporto medico in Ucraina

Sostenere la distribuzione di beni primari e le strutture sanitarie per la popolazione sfollata. Realizzato in Ucraina con Intersos.

In corso

A scuola di Pace in Ucraina

In Ucraina, per favorire la resilienza della società civile e sostenere l’azione dei giovani. Progetto realizzato con Un Ponte Per.

In corso

Assistenza sanitaria in Yemen

Con Intersos, per ridurre la mortalità in Yemen garantendo servizi sanitari di qualità alla popolazione civile.

In corso

Senzatomica

Trasformare lo spirito umano per un mondo libero da armi nucleari. Un’opera di empowerment e educazione alla pace.

In corso

Protezione dell’infanzia ad Haiti

Ad Haiti, realizzare un ambiente protettivo per i bambini privati della protezione genitoriale.

In corso

DREAM

Assieme alla Comunità di Sant’Egidio per assicurare il benessere e la salute alle popolazioni più vulnerabili. Progetto attivo in Mozambico.